Bella Lavita

E’ domenica mattina, sto ascoltando su I-tunes una radio americana di musica country che sta passando un pezzo di Hank Williams, molto simile ad “I walk the line” di Johnny Cash.

Purtroppo oggi 4 marzo ’43 non è in lutto il mondo della musica, ma l’Italia intera, che perde uno dei suoi migliori artisti di sempre. Non posso dire di aver ascoltato tutti di dischi di Dalla (o di Domenico Sputo, come si faceva anche chiamare), ma il suo modo di creare era inconfondibile. Bastavano pochi secondi introduttivi per capire che quella canzone che partiva era stata scritta da lui.

Qualche anno fa lessi il suo libro Bella Lavita, con dei racconti tratti dall’album Luna Matana, mentre ero in viaggio da Bologna a Napoli. Non ricordo bene tutti i passi del libro, ma ricordo benissimo che scriveva come cantava, con lo stesso estro e la stessa genialità. 

E’ finita un’epoca ragazzi. Speriamo di riuscire a scriverne altre alla sua altezza.

DA GUCCINI A VASCO, IL SEGRETO DI BOLOGNA MADRE DI TUTTI I CANTAUTORI

Advertisements

One thought on “Bella Lavita

  1. Di Lucio Dalla ci mancherà tutto. Artista geniale, persona generosa e semplice…

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s